Mercuzio non vuole morire. Seconda azione teatrale a Cosenza. 29 giugno alle ore 17.30, Autostazione di Cosenza

photo: Alessandro Canadè

Mercuzio non vuole morire, progetto diretto da Armando Punzo (Compagnia della Fortezza, Volterra), è un’idea che fa rete ampliando continuamente i suoi confini con una serie di tappe e laboratori teatrali in diverse città italiane, fra cui Cosenza e l’Università della Calabria. Un vero e proprio percorso creativo, fatto di esperienze differenti per contesti, utenze e durata che confluiranno in un unico grande evento, previsto per fine luglio nell’ambito del Festival VolterraTeatro.

Il personaggio di Mercuzio, nel Romeo e Giulietta, incarna lo “spirito libero”, la fantasia, l’immaginazione, la voglia di volare. Nell’opera shakespeariana, con la sua morte, si distrugge la possibilità di sognare e prende il via la tragedia: mentre i Montecchi e i Capuleti nutrono il loro reciproco odio, i loro migliori figli muoiono e “la bella Verona” resta a guardare immobile e tacitamente complice. È da questa riflessione che è nato un movimento di ricerca artistica che vuole dar voce, attraverso l’arte e il teatro, alla forte esigenza di poter continuare a sognare, di non volersi arrendere alla realtà. Si vuole credere che possano esserci ancora tante persone che sostengono Mercuzio, il sognatore, lo spirito libero, l’ultimo poeta.

Il progetto sta avendo sviluppi e approfondimenti anche a Cosenza dove, in seguito al laboratorio che Punzo ha condotto lo scorso inverno in collaborazione con l’Associazione Culturale Zahir nell’ambito del progetto con gli utenti dei Centri di Salute Mentale sostenuto dalla Provincia di Cosenza, il gruppo di artisti ed attori che ha partecipato ha voluto proseguire la ricerca avviata con l’obiettivo di realizzare a Cosenza, in contemporanea con il festival VolterraTeatro, una grande azione teatrale aperta alla partecipazione di chiunque voglia sostenere Mercuzio.

In previsione di questo importante appuntamento, dunque, e dopo la partecipata azione teatrale dedicata al tema del Sogno (19 giugno, Unical), il 29 giugno alle ore 17.30 avrà luogo una seconda azione teatrale: “Sulla strada”. L’appuntamento è presso la prima corsia dell’Autostazione di Cosenza, per poi spostarsi verso Piazza Bilotti/Fera e piazza Kennedy, chiunque voglia partecipare è invitato a portare con sé una valigia in cui custodire/trasportare il sogno da salvare, un libro e/o un palloncino bianco.

La sfida è radunare tante persone con una valigia piena di sogni, di desideri, di rabbia e d’amore. E poi provare ad allontanarsi per raggiungere insieme una città ideale dove liberare i sogni e ritrovare la speranza di poterli realizzare.

Zahir Associazione Culturale

 

Mercuzio è libertà,

Quale luogo meglio della strada a rappresentarla?

La strada è il fuori dai castelli del potere,

Fuori dai palazzi dei Montecchi e dei Capuleti,

Dal nascosto vivacchiare dei funzionari di corte.

Il percorso verso i sogni,

La scoperta nutrita dai desideri,

Il viaggio verso l’ignoto,

Il ritorno a casa.

E’ la piazza dell’incontro,

Dove gridano le giustizie,

Dove cantano le poesie.

Dove ci si innamora da bambini.

E’ un indicazione gentile, è il posto dove ci si perde.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...