E’ la giornata di “Sogno”: artisti in Piazza per Mercuzio

Mercuzio non vuole morire/Festival VolterraTeatro 2012, inaugurato ieri con un grande successo di pubblico, si proietta verso una nuova ed emozionante giornata all’insegna del coinvolgimento totale fatto di immagini, studi e creazioni originali per Mercuzio.

Tante le iniziative in programma per oggi: grande attesa per il debutto dello spettacolo della Compagnia della Fortezza e per l’installazione del progetto Sogno degli artisti di GenerazioneInArte/Fotoimmagine

Mercuzio non vuole morire, il grandioso progetto lanciato dalla direzione artistica di VolterraTeatro 2012, si è sviluppato a partire dall’idea visionaria del direttore artistico Armando Punzo; l’idea di portare, fuori dal carcere volterrano, il fermento legato al progetto Mercuzio non vuole morire, fino a invadere strade e piazze di Volterra, Pomarance e Montecatini V.C. coinvolgendo dunque tutto il territorio della Val di Cecina. Un irradiamento verso l’esterno volto a inglobare cittadini comuni nel sogno di ribellione di Mercuzio, il poeta shakespeariano, simbolo della leggerezza e della cultura, al suo destino di morte. Una grande folla di persone fatta da cittadini comuni, artisti, bambini, anziani, poeti e scrittori, contrade e rioni storici, associazioni, sta arrivando dunque al forte richiamo di Mercuzio non vuole morire, per trasformare le città in grandi spettacoli en plein air, come in un riverbero spettacolare di ciò che accade nel carcere.

foto di Stefano Vaja

Programma di Martedì 24 Luglio

Mercuzio non vuole morire/Festival VolterraTeatro 2012 propone, per il secondo giorno, un fitto calendario di appuntamenti e un nutrito numero di straordinari eventi creativi e spettacolari, mostre, installazioni e laboratori.

 

La Compagnia della Fortezza,con laregia Armando Punzo,porta in scena

Mercuzio non vuole morire – La vera tragedia in Romeo e Giulietta. L’evento, che ha inizio in quella parte della città detta reclusa, è concepito come se fosse un bozzetto. Ogni azione sulla scena, come per incanto, si riverbera nello spazio circostante fino a contagiarlo e sarà la prima parte di un progetto/spettacolo più grande che si completerà nelle giornate del 26/27/28 luglio, con l’evento teatrale di massa che si terrà nelle piazze rispettivamente di Montecatini V.C, Pomarance e Volterra.
(fino al 28 – Carcere di Volterra | ore 14.30, solo dietro richiesta e autorizzazione)

 Il pubblico autorizzato all’ingresso in carcere potrà anche visionare, in concomitanza con lo spettacolo della Compagnia della Fortezza, la mostra Tazebao sul margine, installazione pittorica all’ insegna del cromatismo estroso di Enrico Pantani e Sandra Burchi.

Inoltre nella Chiesa sotterranea del Carcere di Volterra – dopo lo spettacolo – si potrà partecipare all’incontro Il teatro della leggerezza pensosa ovvero l’elogio del rigore coordinato da Massimo Marino dove grazie agli interventi di Lidia Riviello, Erika Manoni, Giacomo Trinci, Roberto Veracini si rifletterà con pensieri e immagini sulla necessità della poesia nei luoghi.

Durante l’incontro sarà anche presentato il progetto per una installazione di video animazione dal titolo E Giulietta prese un pugnale… e si impiccò!, sul tema di Mercuzio non vuole morire:nel progetto sono stati coinvoltii bambini delle classi II A e II B della Scuola Primaria M. Tabarrini di Pomarance sotto la direzione di Andrea Salvadori in collaborazione con le insegnanti Cinzia Grassini e Francesca Gabbrucci. Infine, sarà presentato Rime per Incanto, un magnifico progetto di videopoesie, curato da Lidia Riviello e Erika Manoni, che per questa sua prima serie ha scelto come interpreti alcuni attori della Compagnia della Fortezza.

 Fuori dalla Casa di reclusione, numerose altre attività creative animeranno piazze e strade.

Il centro storico di Volterra si trasformerà in un grande palcoscenico a cielo aperto ed esploderà nella creatività.

La giornata sarà inaugurata dal suggestivo Simposio degli artisti di GenerazioneInArte/Fotoimmagine dove il pubblico potrà assistere alla messa in posa dell’installazione Sogno che diverrà una vera e propria performance. Numerosi e importanti i nomi degli artisti del panorama nazionale che partecipano all’installazione: Andrea Bianchi, Sergio Borghesi, Francesco Bozolo, Luigi Camarilla, Giuseppangela Campus, Elena Capone, Claudio Cuboni, Manola Del Testa, Sergio Dell’Aiuto, Mimmo Di Cesare, Mario Francesconi, Valdo Frasconi, Renato Frosali, Costanza Furiesi, Ennio Furiesi, Diego Giannettoni, Gianni Gronchi, Ivo Lombardi, Susanna Manghetti e Alessandro Togoli (SMAT), Giuliano Mannucci, Alessio Marolda, Alessandro Marzetti, Mattia Mura, Massimo Nannucci, Giulio Petra con Maurizio Tacchetti, Massimiliano Pinucci con Elena Degl’Innocenti (ALP Animation Light Project) Eva Pistocchi, Cecco Ragni, Marusca Ricciardi, Benvenuto Saba, Fulvio Santoni, Giacomo Saviozzi, Mauro Staccioli, Ilaria Tognarini, Stefano Tonelli, Roberto Veracini.

Il progetto consiste nella realizzazione di un grande labirinto attraverso l’utilizzo di vecchi letti del manicomio di Volterra. Ogni letto sarà personalizzato dall’intervento di un artista e diventerà una sorta di pagina da leggere, un sogno da scoprire. L’appuntamento è in Piazza San Giovanni a Volterra alle ore 10.00.

L’installazione Sogno èdedicata a Remigio Raimondie sarà inaugurata alle ore 19.00 e sarà visitabile fino al 29 luglio.

Partono oggi anche i laboratori di Mercuzio non vuole morire/Festival VolterraTeatro 2012 che hanno fatto in poco tempo il pieno di partecipanti provenienti da tutta Italia e che saranno condotti da artisti nazionali e internazionali le cui creazioni finali andranno a configurare le partenze delle varie scene teatrali collettive, a cui si aggiungeranno i gruppi che hanno lavorato localmente durante l’anno e a cui potrà anche aggiungersi il pubblico che diverrà cosi spett-attore.Lo studio di tutti i laboratori avrà luogo tra le piazze, le vie e i parchi di Volterra e Pomarance.

 Antonio Viganò del Teatro La Ribalta – vincitore del Premio My Dream/Fondazione CRT con lo spettacolo Il Minotauro condurrà il laboratorio Un corpo poetico che porterà a una creazione originale per la scena Le mani insanguinate inserita nel progetto Mercuzio non vuole morire alla quale potranno partecipare tutti gli spett-attori (26 luglio Montecatini V.C., 27 luglio Pomarance e 28 luglio Volterra).

Parte oggi anche il laboratoriodi Pietro Floridia. Il drammaturgo, regista e direttore della Compagnia del Teatro dell’Argine di Bologna, che da anni porta avanti in tutto il mondo progetti teatrali che indagano le potenzialità dell’incontro e del meticciato tra culture differenti, condurrà il laboratorio dal titolo La partitura fisica come creazione poetica che porterà a una creazione originale per la scena La giornata della partenza inserita nel progetto Mercuzio non vuole morire alla quale potranno partecipare tutti gli spett-attori (26 luglio Montecatini V.C., 27 luglio Pomarance e 28 luglio Volterra).

Anche la pluripremiata compagnia bolognese, Teatrino Giullare, già vincitrice del prestigioso Premio Ubu per la Scenografia con lo spettacolo La Stanza di Pinter e quest’anno del Premio Histrio-Altre Muse 2011, parteciperà a Mercuzio non vuole morire. Enrico Deotti e Giulia Dall’Ongaro condurranno il laboratorio dal titolo Fermo immagineche porteràalla formazione della scena Fumetti e didascalie inserita nel progetto Mercuzio non vuole morire alla quale potranno partecipare tutti gli spett-attori (26 luglio Montecatini V.C., 27 luglio Pomarance e 28 luglio Volterra).

Isole Comprese Teatro con Alessandro Fantechi e Elena Turchi ormai da anni compagni di strada della Compagnia della Fortezza e del festival VolterraTeatro condurranno il laboratorio dal titolo Quando ero piccolo, da grande volevo diventare un libro per la scena Tutti con un libro inserita nel progetto Mercuzio non vuole morire alla quale potranno partecipare tutti gli spett-attori (26 luglio Montecatini V.C., 27 luglio Pomarance e 28 luglio Volterra).

Per tutto il giorno nel centro storico di Volterra si potrà inoltre assistere alle azioni del laboratorio promosso da Officina Rolandi e condotto da Massimo Marino – La parola innamorata. Sguardi e voci per Mercuzio. Volantini, foglietti e tracce scritte lasciate in giro per le strade per un laboratorio di critica in cui si prova a fare a meno di internet a favore del gesto e del dialogo.(fino al 28 luglio)

La scena Tutti con un libro sarà anche lo studio del laboratorio di Officine Papage Il coro e la misura. Il corpo di Mercuzio. Marco Pasquinucci e Paola Consani, nel centro storico di Pomarance, condurranno per tutto il giorno azioni teatrali con laboratorianti provenienti da tutta Italia e la cui creazione originale darà il via alla scena (26 luglio Montecatini V.C., 27 luglio Pomarance e 28 luglio Volterra).

La lunga giornata si concluderà con un incontro al Caffè dei Fornelli alle ore 18.30 dal titolo Pastiche di parole, pensieri, sguardi e visioni per Mercuzio con Pastis con poeti, critici, cittadini e interventi di Massimo Marino, Lidia Riviello, Giacomo Trinci e Roberto Veracini. Un dialogo a più voci che si coniugherà a un raffinato aperitivo alla francese.

Da ricordare infine le mostre già inaugurate del Festival a Volterra Mercuzio Furioso, mostra allestita nellasala espositiva di Via Turazza di Stefano Vaja.

Nella saletta del Giudice Conciliatore si espone, invece, l’originalissimo progetto creativo dei Bubo Book di Susanna Manghetti e Alessandro Togoli/SMAT intitolato per l’ occasione Piccole invenzioni mercuziane (Progetto collana Piccole Invenzioni).

Lo spazio espositivo Il cappello di Feltro accoglie la suggestiva installazione di Giuseppangela Campus intitolata I sognatori di pane.

Circo,mostra di foto e disegni di Enrico Pantani e Carlo Gattai che raccontano L’ Hamlice e si prefigurano il Mercuzio. Alle logge diPalazzo Pretorio/Mercuzio check point fino al 29 luglio.

A Montecatini V.C. all’interno dell’incantevole Castello Ginori accoglie, invece, Fuori dal Fuori, mostra personale di Renato Frosali.

Mercuzi 2012,progetto fotograficodi Pier Nello Manoni.

 Gli interventi poetici continuano a sorpresa con Il Mercuziario, progetto che vedrà protagonisti, fino al 29 luglio, in diversi luoghi e contesti, i cittadini e i poeti ospiti di Mercuzio non vuole morire: Lidia Riviello, Giacomo Trinci, Roberto Veracini, Fabrizio Parrini,  Giuseppe Grattacaso.

Una giornata ricca di appuntamenti con l’arte e la poesia e che continuerà domani, 25 luglio, a Castelnuovo con Mattatoio Sospeso che propone a una performance di danza verticale “Mercuzio e la regina Mab”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...